Tradurre in russo | kasakovatraduzioni

Tradurre in russo

Perché è così difficile avere una traduzione affidabile in russo?

Chi si fosse mai imbattuto nella lingua russa lo sa bene: il russo è una lingua difficile. Lo è per la sua fonetica, per il suo alfabeto che differisce dal nostro, per le sue declinazioni, per i suffissi, per le modalità verbali che comprendono un perfettivo ed un imperfettivo. Una lingua che mescola un’antica tradizione di lingua slava ad un’organizzazione grammaticale molto complessa. Insieme al gruppo di lingue ugro – finniche il russo è considerato unanimemente la lingua più difficile tra le lingue europee. Per questo motivo cimentarsi in una traduzione da o verso il russo è un compito difficile, soprattutto se si vuole mantenere un alto livello qualitativo e di affidabilità. Per avere a che fare con una lingua così difficile, bisogna esserci nati ed esserci cresciuti. In caso contrario, il rischio di fare una traduzione che non rispecchi fedelmente il livello semantico o che sia affetta da imprecisioni è molto alto.

 

 

 

In principio furono Cirillo e Metodio

Per cominciare, la lingua russa si basa sull’alfabeto cirillico, elaborato da Cirillo e Metodio sul finire del decimo secolo D.C. nella zona della Dobrugia, nell’odierna Bulgaria nord orientale.  Alcune lettere dell’alfabeto cirillico sono speculari al greco, altre proprie. La gran parte delle lingue dell’Est Europa si basano su questo alfabeto, che ne interpreta i suoni e la fonetica: il russo, il bulgaro, il serbo, l’ucraino, il bielorusso. Tra queste lingue, il russo è in assoluto la lingua più parlata, per essere stata la lingua ufficiale dell’Impero zarista e dell’Unione Sovietica. In praticamente tutte le 14 repubbliche ex URSS il russo è tutt’oggi la lingua utilizzata per quanto riguarda gli affari, le opere ed i progetti che coinvolgano paesi terzi.

 

 

 

In cosa differisce il russo dalla nostra lingua

L’organizzazione grammaticale della lingua russa è notevolmente differente dalla nostra, questo è un momento che va preso in considerazione al momento di realizzare una traduzione che sia efficace. Nel russo i sostantivi hanno sei casi, come nel Latino, e cioè nominativo, genitivo, dativo, accusativo, strumentale, locativo. I sostantivi si declinano secondo questo schema, e comprendono il maschile, il femminile ed il neutro. Unitamente si ha anche la declinazione dei relativi aggettivi. Inizialmente individuare il neutro può portare a far confusione con il maschile, quindi d’aiuto può essere dare un’occhiata all’aggettivo. In molti casi poi tra il russo e l’italiano il genere di molti oggetti è al contrario: “insalata” ad esempio in russo è al  maschile “салат”. Quando si traduce da o verso l’italiano, c’è da tener conto di moltissime parole che possono essere considerate come “falsi amici”, definizione coniata dall’italianista Julia Dobrovolskaya, che ovvero riguarda quelle parole molto somiglianti tra le due lingue ma che a livello semantico hanno significato diverso: ad esempio “симпатичный” non è “simpatico” ma “carino”, “интеллигентный” non è “intelligente” ma “di buone maniere”,  “менеджер” non è “manager” bensì “impiegato”, “колледж” non è “college” ma “istituto di avviamento professionale”. Capitolo a parte meritano i vari suffissi, da tradurre con attenzione, poichè posti all’inizio di un verbo possono cambiarne il significato, e richiedere una parola diversa corrispettiva in italiano , ad esempio: делать – fare, сделать – fare perfettivo, переделать – rifare,  подделать – manomettere. La ricchezza della lingua russa può portare alla confusione il traduttore quando si parla di verbi di moto: in russo vi sono verbi che indicano un movimento tramite un mezzo, e senza di un mezzo. La differenza è fondamentale, onde evitare di suscitare l’ilarità di chi ci legge. Vi sono poi sfumature legate al tema lessicale: ad esempio nel gergo della marina guai a dire “корабль плывёт”, che sarebbe “la nave naviga” si dice  “корабль идет”, che sarebbe “la nave va (con le sue “gambe”)”; rischieremmo di far arrabbiare qualche ammiraglio.

Come tradurre dal russo

La stessa disposizione e quantità delle parole differisce tra l’italiano ed il russo. Nella lingua slava, se si considera una proposizione, questa può vedere il verbo in fondo, oppure essere concentrata in poche parole, oppure ancora non avere il verbo in generale; tutte cose che vanno correttamente interpretate e rese in italiano. Percui il traduttore deve premurarsi di leggere la frase fino in fondo, ed essere pronto a rielabolarla, spostandone gli elementi, combinandoli ed aggiungendo un verbo se necessario. Un errore molto presente da chi traduce dal russo all’italiano poi è il tralasciare gli articoli. La lingua italiana richiede la presenza dell’articolo determinativo od indeterminativo, a seconda della necessità e del significato, o delle preposizioni articolate. Il russo manca totalmente di queste particelle, che per i russi sono entità sconosciute, e solo dopo una lunga esperienza il traduttore madrelingua russa avrà la sicurezza di utilizzarle e la sicurezza di non perderne alcune per strada.

 

Tradurre dall’italiano al russo

Come abbiamo già anticipato elementi della grammatica russa come declinazioni, verbi di modo e suffissi sono motivi di duro lavoro per chi volesse rendere una traduzione in russo. Vi sono altri elementi di questa ricca lingua da tenere in considerazione, ad esempio gli avverbi. I russi usano ed abusano degli avverbi: “сегодня холодно” sarebbe oggi è freddo, ma notare che si usa un avverbio, invece che un verbo ed un aggettivo. “Нам весело”, significa “noi siamo allegri” (la traduzione letterale in italiano è “a noi allegramente” ovvero avverbio supportato di dativo”, oppure “тебе жалко” provi dispiacere, anche in questo caso avverbio e dativo. Vi sono poi sostantivi della lingua russa che ad un orecchio italiano suonano molto strani: ad esempio “справочное” o “столовая”. Sono sostantivi che derivano da aggettivi, la prima da “справка”, informazione che diventa ufficio o sportello informazioni, la seconda che viene da “стол”, tavolo, e diviene mensa. I russi ne fanno un uso veremente disparato. Un occhio di riguardo merita il contesto nel quale si traduce: un esempio è il lessico dei romanzi, nei quali la lingua può anche differire, adottando per molti aggettivi la “forma breve”, ad esempio “молод”, giovane, “красив”, bello, “ужасен”, terribile.

Tradurre correttamente termini di origine estera in russo

Negli anni recenti la lingua russa è stata permeata di moltissime parole di origine straniera, spesso inglese ma anche italiana. Al traduttore spetta il compito non facile di scrivere queste parole in russo senza sbagliare. La difficoltà consiste nel fatto che le parole sono state “storpiate” o rielaborate alla russa, cambiandone la composizione o la fonetica: “капучино” cappuccino perde una “p” ed una “c”, “шоу” sarebbe “show”, “хауз” sarebbe “house”, “пати” sarebbe “party”, “болоньезе” sarebbe “bolognese”. Persino i nostri personaggi famosi hanno spesso subito una modifica, non si sa presa da dove, ma ormai radicata nell’uso comune: “Бениньи” o “Дольче е Габанна”. Non ultima la persistente impossibilità di pronunciare “o” anzichè “a”, una lettera “o” posta in fondo alla parola, visto che nella lingua russa le “o” non accentate diventano “a”. Sempre parlando di fonetica, ma qui il problema riguarda solo l’interpretariato e non la lingua scritta, è compito dell’interprete russo – italiano spostare con abilità l’accento dall’inizio alla fine della parola, o viceversa, onde riuscire a farci capire da chi ci ascolta: la Fiat in russo diventa “Фиàт” con un accento forte sulla “a”,  “Горбачёв” in italiano diviene “Gòrbaciov, con l’accento all’inizio anzichè in fondo.

 

Il nostro team 

Kasakova Traduzioni ha coltivato negli anni un team di traduttori ed interpreti madrelingua russa, che affiancano alla competenza linguistica una solida preparazione tecnica, che permettono di offrire un servizio di traduzione da e verso il russo di altissima qualità anche con i testi più difficili, non solo da o verso l’italiano, ma anche da e verso l’inglese.

Nel caso aveste della documentazione da tradurre da o verso il russo vi invitiamo a contattarci per un preventivo di spesa gratuito: contatti