Traduzione e legalizzazione in rumeno - kasakovatraduzioni

Traduzione e legalizzazione in rumeno

 

Traduzione e legalizzazione in Rumeno di documenti, certificati di nascita, certificati di matrimonio, permessi di soggiorno, passaporti, patenti a Milano

agenzia accreditata presso il tribunale di Milano

Kasakova Traduzioni esegue traduzioni dal Rumeno o verso il Rumeno di documenti di ogni tipo, procedendo la legalizzazione degli stessi presso il tribunale di Milano. Per le necessità dei cittadini rumeni che abitano in Italia, che abbiano conseguito il permesso di soggiorno o meno, come sia per i rumeni che hanno sposato un cittadino italiano, vi è la necessità di far tradurre i propri documenti personali, che sia il proprio passaporto o carta d’identità, un certificato di nascita o di matrimonio. I lavoratori rumeni possono altrettanto richiedere la traduzione e legalizzazione del proprio diploma o laurea, conseguiti in Romania, che possano essere richiesti in Italia dal proprio datore di lavoro. Per i rumeni che lavorino nei trasporti o come autisti, è richiesta la traduzione legalizzata  in italiano della propria patente.

Kasakova Traduzioni offre un servizio di traduzione e lagalizzazione documenti in rumeno rapido ed affidabile, eseguito da traduttori madrelingua. La legalizzazione viene eseguita presso il tribunale di Milano.

Il nostro ufficio si trova a pochi metri dal tribunale stesso, in corso di Porta Vittoria 56, vi invitiamo a passare a trovarci o a chiamare o altresì scriverci per le vostre richieste, anche urgenti.

 

Il rumeno è una lingua romanza (ovvero facente parte delle lingue di discendenza latina, come l’italiano, il francese e lo spagnolo) con una compenetrazione di parole slave. Si può dire che il rumeno sia una lingua a metà tra le lingue latine e quelle slave. Ciò è dovuto alla sua posizione geografica, posta tra la penisola Balcanica e l’area russofona, e alla sua storia, che l’ha vista come parte appunto dell’Impero Romano. Il rumeno è parlato da più di 25 milioni di persone, tra Romania, Moldavia, Ucraina, Serbia, Bulgaria.

Per ciò che interessa chi fa traduzioni dal rumeno all’italiano o viceversa, a livello lessicale il rumeno ha un 80% di parole di origine latina, che lo rende piuttosto comprensibile all’orecchio di un italiano. La presenza di parole slave si attesta al 12%. Nel passato il rumeno è stato scritto secondo l’alfabeto cirillico, dal 19 secolo in caratteri latini. Riguardo alla difficoltà di tradurre in rumeno, la grammatica di questa lingua è più semplice rispetto alle lingue slave e/o balcaniche.  I nomi rumeni sono divisi in tre generi:  masculin (m.), feminin (f.), neutru (n.). I pronomi e gli articoli rumeni sono solo masculine e feminine. Quando si hanno nomi neutri, essi si usano alla forma maschile singolare e alla forma femminile plurale. Una delle difficoltà di tradurre dal rumeno in italiano è che in rumeno l’articolo è “enclitico”, ovvero viene posto alla fine del sostantivo.

Secondo i dati più recenti quella rumena è la prima comunità straniera in Italia, con più di un milione di residenti.